Eravamo innamorati e non ci fermava nessuno

Oggi, come promesso, con il loro permesso pubblico la mail di Paolo e Lidia, la coppia di amici di cui ti raccontavo ieri. Eccola

Cara Erica, 

dopo il tuo primo discorso come sai, abbiamo deciso di prendere in mano le redini della nostra vita e crederci, credere di potercela fare, che non è troppo tardi. 

Così, grazie al tuo breve sintetico corso “apri un blog in meno di 2 ore” :) abbiamo iniziato a produrre il nostro primo sito.. che emozione ! Però le ferite del passato, soprattutto se lungo, sono difficili da rimuovere..Ieri sera, dopo il tuo secondo discorso in cucina, siamo tornati a casa, cercando di rispondere alle domande che ci avevi fatto, se potevamo provare a darci il  50+1 di possibilità, a chiudere col passato e con le “abitudini”. 

Per 24 ore ciascuno di noi ha badato al “suo” sito, alle sue lezioni, ai suoi impegni, chiusi entrambi a riccio, ciascuno nel suo mondo..Poi ho visto Lidia un po’ incerta su che strada prendere per cambiare il suo sito in funzione dei tuoi consigli.

E lì è scattato qualcosa. Ho capito che dovevo semplicemente aiutare la mia compagna, e che quello le avrebbe fatto piacere.

Così abbiamo messo veramente le nostre testoline e abilità in due, e spesso io ho dovuto semplicemente dire a Lidia di pescare a piene mani nella sua straordinaria sensibilità umana e “amore” per le cose che si inventa. Così è venuto fuori la sua straordinaria pagina “Chi siamo” e quando l’ho letta mi sono commosso. 

Così ho ripensato alle prime campagne pubblicitarie di notte a Moncalieri, quando di giorno facevo un altro lavoro e di notte, se la bambina dormiva, arrotondavamo le entrate, lei alla visualizzazione tramite disegno, io ai titoli  e testi. 

Eravamo innamorati e non ci fermava nessuno.

Bene, tutto questo è merito tuo, sei tu che hai scoccato la freccia, noi l’abbiamo solo accolta e lasciata esprimere.

Un bacio e grazie

Paolo

%d bloggers like this: